mostre forli

atrium forli | progetto atrium | settimana del buon vivere | forli citta d arte | forli mostra novecento | mostre d arte a forli | novecento mostra forli | mostre forli | prenotazione alberghi forli | alberghi forli | eventi forli | fiere forli | soggiorno romagna | offerte alberghi forli | offerte alberghi romagna | guide turistiche forli | entroterra romagnolo | itinerari romagna | offerta turismo forli | soggiorno forli | soggiorno castrocaro | vacanze romagna | musei forli | musei romagna | turismo forli | musei san domenico | modigliana soggiorno | proposte casa artusi | percorsi forli | percorsi romagna | vendita romagna visit card | rivenditore romagna visit card | terme in romagna |

mostre forli - mostre forli-

mostre forli

Forlì & Co. // mostre forli

mostre forliForlì & Co. - mostre forli

atrium forli

progetto atrium

settimana del buon vivere

forli citta d arte

forli mostra novecento

mostre d arte a forli

novecento mostra forli

mostre forli

prenotazione alberghi forli

alberghi forli

eventi forli

fiere forli

soggiorno romagna

offerte alberghi forli

offerte alberghi romagna

guide turistiche forli

entroterra romagnolo

itinerari romagna

offerta turismo forli

soggiorno forli

soggiorno castrocaro

vacanze romagna

musei forli

musei romagna

turismo forli

musei san domenico

modigliana soggiorno

proposte casa artusi

percorsi forli

percorsi romagna

vendita romagna visit card

rivenditore romagna visit card

terme in romagna

Forlì & Co. // mostre forli


Info: info@ramanet.com

© Forlì & Co. - All rights reserved. - mostre forli -

Prenota la tua visita guidata in Romagna!


Casa Artusi
Desideri ricevere aggiornamenti sulle nostre offerte e le nostre iniziative?
Iscriviti alla nostra NEWSLETTER!
Unione Città d'Arte Emilia Romagna
Festival "Forlì città del Novecento"
Il 21 aprile nei locali dell'edificio Ex GIL verrà inaugurata la mostra: “Architettura e urbanistica nelle terre d'Oltremare. Dodecaneso, Etiopia e Albania 1924-1943”.

La mostra fa seguito a quella del 2015 su Cesare Valle ed è dedicata agli architetti e agli ingegneri italiani che operarono nelle colonie d'oltremare durante il Fascismo. È curata dal Prof. Ulisse Tramonti, Presidente del Comitato Scientifico di Atrium Forlì, in dialogo con un comitato scientifico interdisciplinare composto da Gianfranco Brunelli, Marie Lou Busi, Patrizia Dogliani, Elisa Giovannetti, Ezio Godoli, Patrick Leech, Marco Pretelli, Riccardo Renzi, Marino Mambelli, Gianni Saporetti, Ulisse Tramonti, Cesare Valle. 

La mostra è anche l'evento di apertura del Festival "Forlì città del Novecento", ricchissima rassegna di iniziative e seminari incentrati sull'architettura e la storia del '900 europeo. 
Il Festival, giunto alla sua terza edizione, sarà anche un'occasione importante per approfondire il futuro della Rotta ATRIUM, attraverso un approccio multi-settoriale e critico.

Periodo del Festival: 21 APRILE-18 GIUGNO 2017

---- IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA INAUGURALE ----

>>> A partire dalle ore 17.00 di venerdì 21 aprile, presso l'edificio Ex Gil (Viale della Libertà n. 2, Forlì), interverranno: 
Davide Drei (Sindaco di Forlì)
Elisa Giovannetti (Presidente ATRIUM)
Massimo Mezzetti (Assessore Cultura Regione Emilia Romagna)
• Ulisse Tramonti (Università di Firenze, curatore mostra Colonie d’oltremare)
• Glorija Paliska Bolterstein (Sindaca di Arsia-Rasa, Croazia)

Per l'occasione, la visita alle mostre sarà svolta dai curatori/organizzatori:

• "Mostra Architettura e Urbanistica nelle terre d'oltremare": Ulisse Tramonti e Marino Mambelli
• "Mostra Il nuovo Santarelli": Andrea Savorelli (Architetto, Comune di Forlì)
• "Mostra Arsia-Rasa, Città mineraria": Tullio Vorano
• "Mostra Why Revolution? 1917, parole e immagini": Studenti e docenti classi 4 A Liceo Classico "G.B. Morgagni", Liceo Artistico e Musicale Statale di Forlì, Istituto Tecnico Statale "G. Marconi" e dai tutor Elisa Piras e Angela Santese
• "Mostra Dalla censura e dal Samizdat alla libertà di stampa": Dipartimento di Interpretariato e traduzione, Università di Bologna

>>>> Alle ore 19.00 
Proiezione di: “Cotignola. Il paese dei giusti” 
di Nevio Casadio

Sarà presente l’autore.
Presentazione di Ruggero Sintoni.


---- COTIGNOLA PAESE DEI GIUSTI ---- 

Si tratta di un docufilm prodotto da "Rai 150 Anni - La Storia siamo noi". 
Racconta una vicenda di cui è stata protagonista la cittadina di Cotignola che, tra l’autunno del 1943 e la primavera del ’45, offrì rifugio a 41 ebrei in fuga dalla persecuzioni razziali e dalla retate nazifasciste.
L'autore è Nevio Casadio, giornalista, autore televisivo, più volte vincitore del Premio Ilaria Alpi. Ha scritto, tra l'altro, per La Repubblica, Oggi e Il Mattino.

Per info: http://bit.ly/2oentxy
Art Déco in mostra ai Musei San Domenico per il 2017
Mostra Art Déco a Forlì dall'11 febbraio 2017.
Sarà restituita l'idea di un'epoca attraverso l'esposizione di ceramiche, vetri, abiti, tappeti, cartellonistica teatrale, bozzetti, dipinti, gioielli e... qualche sorpresa! Protagonisti gli anni '20 del '900 in Italia. Aspettiamo l'arrivo di febbraio per colorare il nostro inverno!
Meno 11 giorni all'inaugurazione Mostra Art Dèco
Mostra Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia
Forlì, Musei San Domenico, 11 febbraio – 18 giugno 2017

L'11 febbraio a Forlì inaugura la mostra dedicata all'Art Déco: un gusto, una fascinazione, un linguaggio che ha caratterizzato la produzione artistica italiana ed europea negli anni Venti, con esiti soprattutto americani dopo il 1929. Ciò che per tutti corrisponde alla definizione Art Déco fu uno stile di vita eclettico, mondano, internazionale. Il successo di questo momento del gusto va riconosciuto nella ricerca del lusso e di una piacevolezza del vivere, tanto più intensi quanto effimeri, messa in campo dalla borghesia europea dopo la dissoluzione, nella Grande guerra, degli ultimi miti ottocenteschi. Dieci anni sfrenati, “ruggenti” come si disse, della grande borghesia internazionale, mentre la storia disegnava, tra guerra, rivoluzioni e inflazione, l'orizzonte cupo dei totalitarismi.

La relazione con il Liberty, che lo precede cronologicamente, fu dapprima di continuità, poi di superamento, fino alla contrapposizione. La differenza tra l'idealismo dell'Art Nouveau e il razionalismo del Déco appare sostanziale.

Nell'ambito di una riscoperta recente della cultura e dell'arte negli anni Venti e, segnatamente, di quel particolare gusto definito “Stile 1925”, dall'anno dell'Esposizione universale di Parigi dedicata alle Arts Décoratifs, da cui la fortunata formula Art Déco, che ne sancì morfologie e modelli, nasce l'idea di questa mostra. Il gusto Déco fu lo stile delle sale cinematografiche, delle stazioni ferroviarie, dei teatri, dei transatlantici, dei palazzi pubblici, delle grandi residenze borghesi: si trattò, soprattutto, di un formulario stilistico, dai tratti chiaramente riconoscibili, che ha influenzato a livelli diversi tutta la produzione di arti decorative, dagli arredi alle ceramiche, dai vetri ai ferri battuti, dall'oreficeria ai tessuti alla moda negli anni Venti e nei primissimi anni Trenta, così come la forma delle automobili, la cartellonistica pubblicitaria, la scultura e la pittura in funzione decorativa. Le ragioni di questo nuovo sistema espressivo e di gusto si riconoscono in diversi movimenti di avanguardia (le Secessioni mitteleuropee, il Cubismo e il Fauvismo, il Futurismo) cui partecipano diversi artisti quali Picasso, Matisse, Lhote, Schad.

La mostra ha una declinazione soprattutto italiana, dando ragione delle biennali internazionali di arti decorative di Monza oltre naturalmente dell'expo di Parigi 1925 e 1930 e di Barcellona 1929. Il fenomeno Déco attraversò con una forza dirompente il decennio 1919-1929 con arredi, ceramiche, vetri, metalli lavorati, tessuti, bronzi, stucchi, gioielli, argenti, abiti impersonando il vigore dell'alta produzione artigianale e proto industriale e contribuendo alla nascita del design e del “Made in Italy”.

Non si è mai allestita in Italia una mostra completa dedicata a questo variegato mondo di invenzioni. Obiettivo dell'esposizione è mostrare il livello qualitativo, l'originalità e l'importanza che le arti decorative moderne hanno avuto nella cultura artistica italiana connotando profondamente i caratteri del Déco anche in relazione alle architetture e alle arti figurative: la grande pittura e la grande scultura.

Trattandosi di un gusto, di uno stile di vita non mancarono influenze e corrispondenze con il cinema, il teatro, la letteratura, le riviste, la moda, la musica. Dalla Scala a Hollywood, alle pagine indimenticabili de Il grande Gatsby (1925), di Francis Scott Fitzgerald, ad Agata Christie, Oscar Wilde, Gabriele D'Annunzio.

Vi aspettiamo a Forlì con le nostre proposte di pacchetti soggiorno, degustazioni abbinate e servizi di visite guidate alla mostra, alla città e al territorio circostante. Tu chiedi a Romagna Fulltime !
Emilia Romagna Turismo Confcommercio Forlì Provincia di Forlì Cesena Comune di Forlì Provincia di Forlì-Cesena Camera di Commercio FC Fondazione Cassa di Risparmio Forlì
Romagna Fulltime Soc.Coop.Consortile - P.le Vittoria 23 - 47121 Forlì - Tel.0543 378075 - Fax 0543/378036 - E-mail: info@romagnafulltime.it
P.Iva/ C.F. e n. R.I. Forlì-Cesena 03743870408 - A.Coop.M.P. n. A193705
- credits -
Privacy Policy